Il sublimatore: consigli utili per un corretto utilizzo.

La sublimazione dello zolfo è stata realizzata mediante dispositivi cilindrici riscaldanti (diametro 8 cm e altezza 20 cm), realizzati in alluminio, con una resistenza elettrica porcellanata di 100 W, collegata alla rete elettrica monofase con tensione di 220 V.

L'apparecchio rispetta le normative di sicurezza CEE 89/392.

Dopo pochi minuti dall’accensione, l’irradiatore termico porta lo zolfo alla temperatura di sublimazione (190-200 °C), garantendo la trasformazione dello zolfo granulare in zolfo gassoso.

Il cablaggio è stato effettuato in modo di garantire il perfetto funzionamento anche in condizioni permanenti di alta umidità.

In caso di serre in metallo occorre munire l'impianto di adeguata messa a terra e relativo salvavita.