Peronospora

Conoscere la Peronospora

Si tratta di un fungo della famiglia delle Peronosporaceae, colpisce in prevalenza la vite e alcune piante orticole ma si può trovare anche sulle rose e su molte piante ornamentali.
Si manifesta con delle macchie traslucide, che sembrano di olio, e da macchie di muffa giallastra, soprattutto in ambienti con elevata umidità.

I tessuti colpiti da peronospora disseccano e cadono ma prima caduta sulle foglie il fungo rilascia delle spore, che rimangono sulle foglie cadute, dove passano l'inverno, e infettano le piante l'anno successivo.

Le Piante maggiormente colpite
Come abbiamo già detto molte sono le piante colpite: Lattughe, cavolo, cavolfiore, bietole,vite, le cucurbitaceae, patate, pomodoro, melanzana, le Agliaceae e le Rose.

Il fungo determina la comparsa, sulla pagina superiore delle foglie, di macchie irregolari, che col tempo virano al rossastro fino a necrotizzare, interessando talvolta anche ampie zone fogliari.

Come prevenire
La lotta contro la peronospora, per ogni tipo di coltivazione, si basa principalmente sulla sua prevenzione. Infatti è possibile arrestarne la diffusione, ma i danni causati alle foglie diventano comunque irrimediabili in quanto non c’è nessun modo per combattere  suoi sintomi.
Le precauzioni importanti da prendere per evitare che si instaurino dei focolari sono:

  • Evitare che si accumuli acqua alla base delle piante e sul terreno circostante.
  • Eliminare le foglie e gli scarti di potatura alla base del tronco e nelle vicinanze.
  • Tenere sotto controllo le piantagioni in maniera da rendersi conto della presenza dei primi campanelli di allarme.

Un trattamento per la prevenzione sicuramente è l’utilizzo dello zolfo.

Scopri come